PRP caduta e diradamento capelli

RICRESCITA DEI CAPELLI: OGGI È POSSIBILE CON IL ”PRP”
La perdita dei capelli, o il loro semplice diradamento, è una situazione comune a molti uomini e di sempre più di frequente colpisce anche alle donne.
Tale evento è spesso legato a cause naturali (alopecia androgenetica) ma può peggiorare in particolari situazioni di stress o a seguito di malattie, creando un forte disagio psicologico nei soggetti che ne sono colpiti.
Oggi fortunatamente la ricerca medica ci fornisce nuovi strumenti per combattere la calvizie e recuperare i capelli perduti, l’ultima novità contro calvizie e diradamenti è una tecnica basata sul PRP (“Platelet Rich Plasma”) che sfrutta i fattori di crescita presenti naturalmente nelle piastrine del sangue per restituire forza e vigore ai capelli.
Gli studi scientifici degli ultimi 3 anni hanno dimostrato una indiscutibile efficacia clinica dell'uso del PRP (Plasma Ricco in Piastrine) e dei fattori di crescita (FGF) dei capelli in esso contenuti. Sia la ricerca medica che la pratica quotidiana hanno dimostrato da una parte la sicurezza assoluta di questa tecnica, impiegata da diversi anni in ortopedia, odontoiatria e chirurgia plastica, dall'altra importanti risultati terapeutici

   
COS'È IL PRP E A COSA SERVE ?
Il PRP (Plasma Ricco in Piastrine) è la parte della provetta dove si concentrano le piastrine dopo la centrifugazione. In sintesi il PRP:

• è un preparato sicuro ottenuto dal proprio sangue
• non da reazioni immunitarie ed è privo di tossicità
• stimola la riparazione e la ricrescita dei tessuti
• stimola la riproduzione cellulare e la'ttività delle Cellule Staminali
• migliora la circolazione del sangue nel cuoio capelluto

    
COME UTILIZZARE I FATTORI DI CRESCITA CONTRO LA CADUTA DEI CAPELLI ?
I fattori di crescita dei fibroblasti FGF, dall'acronimo di Fibroblast Growth Factors, sono i "muratori" che ricostruiranno i capelli agendo sulle Cellule Staminali, quelle che si evolvono nei bulbi piliferi sani.
L'utilizzo combinato di PRP e FGF consente di sfruttare la capacità di autorigenerazione del corpo per rinfoltire i capelli. Ognuno di noi possiede nelle proprie piastrine (PRP) una quantità enorme di fattori di riparazione dei tessuti (FGF), che si ottengono con un banale prelievo di sangue, si attivano e si reiniettano nell'area da rinfoltire.
   
LA TERAPIA PRP COME PREVENZIONE DELL'ALOPECIA ANDROGENETICA
Il metodo si è dimostrato da tempo estremamente efficace per il trattamento delle ferite e delle ulcere cutanee croniche, per il trattamento della vitiligine e dell’invecchiamento della pelle. Ora è impiegato con grande successo nella cura della "caduta comune" dei capelli, alopecia maschile e femminile su base androgenetica, con risultati validi nell'80%dei soggetti. Il PRP stimola la fase di crescita, inspessendo il fusto dei capelli, e allungandone la vita. L'aspetto decisivo e innovativo sta nel fatto che proprio l'estrema concentrazione dei fattori di crescita naturali (FGF) stimola le cellule staminali a far crescere nuovi e numerosi bulbi piliferi. Tale tecnica consente di risolvere problematiche di calvizie maschili sino al IV° livello della scala Hamilton e di calvizie femminili sino al II° livello della scala Ludwig.

IN COSA CONSISTE IL TRATTAMENTO
Si iniettano nella zona da trattare le piastrine concentrate (PRP) del soggetto, ottenute con un semplice prelievo (come quello per gli esami del sangue), ed attivate in modo da esaltarne la liberazione dei fattori di crescita che ci interessa adoperare (FGF). La seduta iniettiva dura 15-20' e si ripete ogni 2 mesi. In fase avanzata, per mantenere i risultati, sono previste 1-2 sedute all'anno.

  
DOPO IL TRATTAMENTO
Dopo la parte iniettiva segue una medicazione ed un massaggio.
Al termine delle procedure la zona si presenta semplicemente arrossata e si possono riprendere immediatamente tutte le proprie attività.